ISSN 2038-4351

Ricerca RICERCA AVANZATA
Print Page
  Direttore del network : dott. Paolo Loro Direttori scientifici: dott. Paolo Loro, avv. Raffaello Gisondi, dott. Gabriele Lami, ing. Antonio Iovine  
Espropriazione per la pubblica utilità URBIM - edilizia e urbanistica

CONCESSIONI DEMANIALI MARITTIME SEMPRE PIÚ PRECARIE

La sentenza del TAR Milano n. 959 del 22 febbraio 2017 (pubblicata il 27 aprile successivo) introduce nuovi elementi di precarietà all’attuale situazione amministrativa delle concessioni demaniali marittime, lacuali e fluviali ad uso turistico ricreativo che, grazie all’articolo 24, comma 3-septies del decreto-legge n. 113/2016 (introdotto dalla legge di conversione n 160/2017 a seguito della nota pronuncia della Corte di Giustizia Europea del 14 luglio 2016), sono state mantenute in corso di validità «nelle more della revisione e del riordino della materia in conformità ai principi di derivazione europea» e ciò al fine di «garantire certezza alle situazioni giuridiche in atto e assicurare l’interesse pubblico all’ordinata gestione del demanio senza soluzione di continuità».


 Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.






































Powered by Next.it