ISSN 2038-4351

Ricerca RICERCA AVANZATA
Print Page
  Direttore del network : dott. Paolo Loro Direttori scientifici: dott. Paolo Loro, avv. Raffaello Gisondi, dott. Gabriele Lami, ing. Antonio Iovine  
Espropriazione per la pubblica utilità URBIM - edilizia e urbanistica

QUALE UTILITÀ DEI PEEP E I PIP TRA PRINCIPIO DI PAREGGIO E GLI ATTUALI CRITERI INDENNITARI

Mentre una volta gli assegnatari degli alloggi PEEP o dei lotti PIP, potevano lucrare la differenza tra indennità di esproprio e valore venale del bene, rendendo proprio per questo economicamente interessanti e incentivanti tali forme di pianificazione attuativa, oggi non esiste più alcun vantaggio economico di tali strumenti rispetto a una qualsiasi altra forma di lottizzazione o pianificazione attuativa. Infatti, il Comune non può contribuire economicamente in virtù del principio di pareggio, gli assegnatari debbono pagarsi la costruzione dei fabbricati, le opere di urbanizzazione e il pieno e integrale valore delle aree, valutate come edificabili anche se i PEEP o i PIP vengono ubicati in aperta campagna.


 Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.






































Powered by Next.it