PERIODICO IN FORMATO DIGITALE ISSN 2038-4351
 

Ricerca RICERCA AVANZATA
Print Page
  Direttore del network : dott. Paolo Loro Direttori scientifici: dott. Paolo Loro, avv. Raffaello Gisondi, dott. Gabriele Lami, ing. Antonio Iovine  
Espropriazione per la pubblica utilità URBIM - edilizia e urbanistica
  • HOME
  • Notizie
  • Edilizia
  • Abusi edilizi
  • L'APERTURA DI PARETI FINESTRATE SULLA FACCIATA DI UN EDIFICIO SENZA PERMESSO DI COSTRUIRE INTEGRA IL REATO PREVISTO DAL D.P.R. 380/2001, ART. 44

 L'apertura di pareti finestrate sulla facciata di un edificio senza permesso di costruire integra il reato previsto dal d.p.r. 380/2001, art. 44

L'apertura di "pareti finestrate" sulla facciata di un edificio, senza il preventivo rilascio del permesso di costruire, integra il reato previsto dal D.P.R. n. 380 del 2001, art. 44, poichè si tratta di un intervento edilizio comportante una modifica dei prospetti non qualificabile come ristrutturazione edilizia "minore", e per il quale, quindi, non è sufficiente la mera denuncia di inizio attività.


 Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.




Vai a : 





















Powered by Next.it